1

Dove mangiare Vegan a Parigi: la guida di Natureat

È definita da molti la città degli innamorati con le sue tantissime attrazioni artistiche e strade romantiche in cui passeggiare: Parigi è fortunatamente diventata vegan-friendly negli ultimi anni e cosa c’è di meglio di un amore totalmente veg?

Parigi è una città europea meravigliosa, tappa fondamentale per chi vorrebbe trascorrere una vacanza romantica e all’insegna dell’arte, tra musei indimenticabili e quartieri tutti da scoprire. Tra le tante bellezze e attrazioni turistiche, Parigi è da apprezzare anche per l’evoluzione vegan che ha abbracciato negli ultimi anni: infatti, se prima presentava una realtà vegan quasi assente, ormai è facile trovare bar e ristoranti cruelty-free, in cui godersi colazioni, pranzi, merende e cene, totalmente vegetali.

Louvre: caffè e croissant prima della visita

Per gli amanti dell’arte è d’obbligo visitare il Louvre, uno dei musei più celebri del mondo. Il palazzo che ospita le opere è immenso e una visita accurata richiede scarpe comode e molte ore, ma per iniziare perfettamente la giornata si potrebbe optare per una colazione a Cloud Cakes: vegan caffè, che offre bevande, croissant, pancake, granola, avocado toast e molto altro, a circa 15 minuti dall’entrata del museo. Inoltre, per la pausa pranzo, un’ottima scelta è quella di acquistare uno spuntino vegan dall’esterno, prima di iniziare la visita: un’alternativa economica e gustosa è Pret a Manger, la famosa catena di cibo fatto a mano con varie opzioni vegan (per esempio, l’irresistibile panino con avocado, olive di kalamata e pomodori secchi), che ha varie sedi a Parigi e una a circa 5 minuti dal museo.

Cloud Cakes: 6 rue Mandar 75002 Paris    

Pret a Manger: 34-36 Rue du Louvre, 75001 Paris  

Bulldog

Hank Burger

Hank Burger

Montmartre: tra arte, souvenir e cibo vegan

Montmartre, collina da cui è possibile ammirare Parigi dall’alto, ospita uno dei quartieri più affascinanti e vivaci della città. Tra la meravigliosa Basilica del Sacro cuore, gli artisti pronti a creare ritratti a pagamento, negozi di souvenir, musica e locali, c’è anche spazio per il cibo vegetale. Bulldog Vegan, a circa 10 minuti dalla basilica, è il locale perfetto per concedersi un pranzo o una cena gustosa, con burger, pizze o uno dei numerosi piatti presenti nel menù: consigliatissimo il Vebab Iskender (che vedete in foto), a base di pita, vebab, densa salsa di pomodoro, burro vegetale e yogurt.

A 15 minuti dal Sacro Cuore, si trova HankBurger: un piccolo locale di burger vegan, in cui è possibile provare anche il famosissimo Beyond Burger, con panini e salse fatte a mano. Prima o dopo la lunga salita verso Montmartre, ci si può concedete una pausa in un altro locale 100% vegan: Abattoir vegetal, che offre un menu ricercato e genuino, perfetto per rendere la giornata indimenticabile.

Bulldog Vegan: 83 Rue de Rochechouart, 75009 Paris

Hank Burger: 8 Rue de Rochechouart, 75009 Paris (Hank Burger ha un’altra sede in 55 Rue des Archives, 75003 Paris e un locale in cui prepara anche pizze vegan in 18 Rue des Gravilliers, 75003 Paris)

Abattoir vegetal61 Rue Ramey, 75018 Paris

Père-Lachaise: l’affascinante cimitero, vicinissimo ad una pasticceria vegetale

Père-Lachaise è uno dei cimiteri più famosi del mondo, con le tantissime tombe monumentali che si incastrano tra la folta vegetazione: un luogo misterioso e affascinante, dove sono sepolti personaggi illustri come Oscar Wilde e Jim Morrison, adatto per una passeggiata in totale silenzio. A circa 10 minuti da qui, si trova la Patisserie Végétale: una pasticceria totalmente vegan, in cui potersi concedere una colazione o una merenda dolce, scegliendo tra bevande e dolci irresistibili.

Patisserie Végétale: 123 Boulevard Voltaire, 75011 Paris

maoz

Quartiere Latino: cultura e falafel

Il cuore del quartiere latino è l’illustre Università Sorbona, circondata da librerie (imperdibile la libreria Shakespeare & co.), giardini e caffè frequentati dagli studenti. Vicina alla cattedrale di Notre-Dame, è la zona perfetta per respirare l’atmosfera culturale di Parigi e anche qui è possibile concedersi un pasto vegan al Maoz Vegetarian: fast food che prepara patatine fritte e falafel, in gustose pita da condire a proprio piacimento, a prezzi molto economici rispetto agli standard della città.

Maoz Vegetarian8 Rue Xavier Privas, 75005 Paris

Vegebowl

Vegebowl

Les Halles: dalla zona commerciale al ristorante asiatico vegetale

Les Halles è un quartiere prettamente commerciale, adatto a chi ama lo shopping, ma non particolarmente affascinante a mio parere. È la tipica zona di passaggio, faccia moderna in una Parigi romantica, piena di ristoranti e locali in cui bere (è utile approfittare dell’happy hour per gustarsi una birra senza svuotare il portafoglio). Passando da qui, a circa 20 minuti dal centro commerciale, ho scoperto per caso uno dei locali che più ho apprezzato di Parigi: Vegebowl, un ristorante asiatico al 100% vegetariano e al 90% vegan, che offre tantissimi piatti incredibili, dal sushi al “pollo” al curry, dagli involtini di primavera ai noodles con verdure. Sembra assurdo data la sua posizione, ma per me è un posto in cui si deve assolutamente mangiare se si visita Parigi!

Vegebowl: 24 Rue du Faubourg Saint-Martin, 75010 Paris

Giardini di Lussemburgo: pausa in natura e hot dog vegan

Questi giardini, sede del Palazzo del Lussemburgo, sono un piacevole luogo per rilassarsi, soprattutto durante la bella stagione. A cinque minuti dai prati verdi e le sculture, si trova un locale vegan molto interessante: Hot Vog, che prepara hot dog vegetali conditi con salse e condimenti saporiti, in grado di conquistare anche i carnivori.

Hot Vog: 10bis Rue Vavin, 75006 Paris  

Questi sono solo alcuni dei posti in cui poter mangiare vegan a Parigi: tutti locali che offrono cibo di qualità e gustosissimo, che dimostra che una scelta cruelty-free è sempre possibile, anche in vacanza!


 Questo articolo è stato realizzato interamente da Valentina Saccente, parte del team Natureat.