FRITTELLE SALATE DI ZUCCHINE – Ricette vegan facili, sane e veloci

Esistono ricette semplici, deliziose e anche super veloci da prepare, in grado di salvarci il pranzo e la cena: le frittelle che vi propongo oggi sono una di queste. Saporite, genuine e davvero sfiziose, si realizzano in pochissimo tempo e sono perfette da gustare anche fuori casa, per un picnic in riva al mare, un’escursione in natura o una semplice pausa ricca di gusto!

Gusto e benefici

Oltre ad essere gustose, queste frittelle sono realizzate con ingredienti sani e che comunemente abbiamo in cucina, è una ricetta economica e anche “svuota frigo” perchè possiamo utilizzare qualsiasi verdura di stagione che dobbiamo urgentemente consumare. La farina di ceci è un ingredienti con moltissimi benefici: ha un alto contenuto di proteine vegetali, non contiene glutine ed è quindi perfetta anche per gli intolleranti, è ricca di fibre che migliorano la digestione e aiuta a contrastare il colesterolo, le zucchine sono un ortaggio molto digeribile, ricco di sostanze antiossidanti e di potassio utile alla salute del cuore.

Questa ricetta vegan è un mix di salute e bontà

FRITTELLE SALATE DI ZUCCHINE
 
Prep time

Cook time

Total time

 

Author:
Serves: 3

Ingredienti
  • 300 g di Farina di ceci
  • 420 ml di Acqua
  • 3 Zucchine
  • ½ Cipolla
  • Menta fresca q.b.
  • Sale
  • Pepe
  • Olio evo

Procedimento
  1. In una padella riscalda un filo di olio e soffriggi la cipolla tritata. Aggiungi 2 zucchine tagliate a cubetti e saltale fino a quando saranno ben cotte.
  2. Intanto, in una terrina poni la farina. Aggiungi a filo l’acqua, lavorando con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo (se risulta troppo denso aggiungi altra acqua e in caso contrario altra farina). Aggiungi sale, pepe a piacere e una manciata di menta tritata.
  3. Incorpora le zucchine cotte in padella e la terza Zucchina cruda grattugiata e strizzata bene. Mescola e versa il composto con l’aiuto di un cucchiaio su una padella con un filo di olio. Cuoci per qualche minuto con coperchio, poi gira dall’altro lato e cuoci senza coperchio fino a doratura.