1

George Clooney contro Big Pharma

 

George Clooney contro Big Pharma

Sappiano che George Clooney si è impegnato su alcune battaglie sociali, come quella di Greenpeace, come molti suoi film sono stati di denuncia sia politica sia sociale, ecco, questa contro Big Pharma non me la aspettavo, anche se devo dire che fa molto piacere che un famoso attore metta in luce tutte le ombre di questa potente lobby.

Non è dato sapere quali saranno i contenuti della fiction che attaccherà, così si legge, le case farmaceutiche, spero sia fatto seriamente e non abbiamo secondi fini, George Clooney ci mette la faccia sì, ma per farlo prenderà anche un sacco di soldi immagino, e i soldi possono veicolare i messaggi in mille modi diversi.

Speriamo che George Clooney faccia davvero luce

La fiction di 12 puntate si chiama “America’s Most Admired Lawbreaker”, si basa su dei dati fatti da una ricerca, posso immaginare quali siano, per esempio che malgrado tanta “scienza” e ricerca i malati di malattie gravi come ad esempio diabete e cancro stanno aumentando, se la tecnologia migliora e con essa, anche le medicine allora non si capisce il perché la gente crepa sempre di più, qualcosa non funziona!

La verità è che sulla ricerca e la scienza si specula da oltre un secolo, e da allora tutto quello che c’era da sapere o quasi fu scoperto proprio 100 anni fa, come la cura per il cancro, ma purtroppo non essendo una cura ma solo uno stato alimentare sano e igienista, ma questo non è mai stato preso in considerazione, per gli ovvi motivi speculativi, una dieta non la puoi brevettare se non impacchettata in un prodotto sintetico, la chemio sì!

Che sia davvero una spallata a Big Pharma

Se George Clooney farà un buon lavoro, forse sarà l’inizio di qualcosa di nuovo anche nel settore farmacologico, e auspico nel senso più umano del termine che porti davvero salute a tutti, non solo farmaci inefficienti e dannosi.

Non resta a questo punto che attendere l’inizio di questa serie Tv, vediamo se davvero riuscirà a intaccare e spero demolire il dogma della farmaceutica almeno quello insensato e inutile, se ci riuscirà, sarà la conferma del grande cambiamento in atto, e grazie a Dio in meglio!