Parmigiana di Melanzane in Pastella – Ricette Vegan

Avere una dieta prevalentemente salutare è fondamentale, ma qualche volta possiamo chiudere leggermente un occhio e concederci ricette vegan un po’ meno leggere come la parmigiana di melanzane. È tipico associare questo piatto alla tradizione culinaria del Sud: simpatiche nonne che “ingozzano” i loro nipoti con prelibatezze simili, studenti fuori sede che nascondono le teglie tra i vestiti in valigia o addirittura famiglie in spiaggia che mangiano parmigiana come “spuntino” sotto il sole di Agosto. Sono situazioni buffe, ma divertenti e sembrerebbe impossibile trovare un’alternativa vegan alla parmigiana tradizionale, ma in realtà la versione che vi propongo oggi è più genuina, leggermente più leggera e incredibilmente buona come quella originale.

La parmigiana può essere utilizzata in tantissimi modi: in piccole porzioni come antipasto, come piatto unico o come secondo, è perfetta per i picnic perché ottima anche fredda e facilmente trasportabile, perfetta addirittura per farcire panini. I miei ospiti, anche quelli non vegani, restano sempre stupefatti dalla bontà di questo piatto, che è in grado di rendere incredibilmente cremose le melanzane, avvolte da una saporita pastella di farina di ceci e nascoste sotto uno strato di sugo e mozzarella vegan.

Un’opzione un po’ meno light del solito, ma perfetta per le occasioni speciali, per quando vogliamo perderci nell’intensità dei sapori e dimostrare che un’opzione cruelty-free è sempre possibile!

Parmigiana di Melanzane in Pastella
 
Prep time

Cook time

Total time

 

Serves: 3-4

Ingredienti
  • 3 Melanzane
  • 250 ml circa di Passata di Pomodoro
  • 200 g di Mozzarella vegan
  • ½ Cipolla dorata
  • Basilico fresco q.b
  • 10 ml di Olio evo
  • Olio di semi q.b.
  • Sale q.b.

    Per la pastella:

  • 200 g di Farina di Ceci
  • 220 ml circa di Acqua Fredda
  • 1 pizzico di Sale
  • Pangrattato q.b.

Procedimento
  1. Taglia le melanzane a fette di circa 1-2 cm di spessore, ponile in uno scolapasta e salale, poi coprirle con un peso (per esempio una pentola) così da comprimerle e lasciale riposare per almeno 1 ora, in modo tale che perdano liquidi e di conseguenza il loro sapore amaro. Quando saranno pronte, dovrai lavarle sotto acqua corrente e asciugarle con carta da cucina.
  2. Intanto, in una pentola riscalda l’olio evo e soffriggi la cipolla tritata finemente, fino a doratura. Incorpora la salsa di pomodoro, sale a piacere, poi mescola e lascia cuocere per circa 20 minuti o fino a quando il sugo si sarà leggermente addensato, girando ogni tanto. Infine aggiungi il basilico
  3. Mentre il sugo cuoce, inizia a preparare la pastella: in una ciotola poni la farina di ceci, incorpora a filo l’acqua e mescola con una frusta, evitando di formare grumi e fino ad ottenere una pastella omogenea e abbastanza densa, poi aggiungi sale a piacere. (Attenzione: se risulta troppo liquida aggiungi altra farina e in caso contrario altra acqua).
  4. A questo punto, immergi le melanzane nella pastella, in modo tale da ricoprirne completamente la superficie e poi cospargile uniformemente con il pangrattato.
  5. In una padella dai bordi alti, riscalda uno strato abbastanza spesso di olio di semi e cuoci le melanzane per circa 5 minuti o fino a doratura, poi falle riposare su un foglio di carta assorbente per pochi minuti.
  6. È il momento di assemblare la parmigiana: prendi una teglia da forno e ricopri la base con uno strato di sugo, poi crea uno strato di melanzane fritte, aggiungi altro sugo fino a ricoprirle e condisci con mozzarella vegan.
  7. Ripeti il procedimento, creando vari strati e fino a terminare gli ingredienti, poi cuoci in forno preriscaldato a 200° per circa 25 minuti o fino a quando la superficie si sarà ben dorata.
  8. Fai raffreddare leggermente e servi.

Notes
Puoi cuocere le fette di melanzane in forno o, se preferisci, grigliarle senza pastella per ottenere un piatto più light.
Cospargi la superficie della parmigiana con pangrattato o lievito in scaglie, per renderla più croccante.
È ottima sia calda che fredda!
Puoi conservarla in frigo per 2-3 giorni, in un contenitore chiuso ermeticamente.