1

Ribollita Toscana – Le Ricette Vegane di Natureat

Oggi facciamo un salto nella meravigliosa Toscana per assaporare un piatto particolarmente genuino della sua tradizione culinaria, ovvero la Ribollita. La mia versione di questa ricetta rimanda a quella tradizionale, che è basata sulla vecchia semplicità contadina, una pietanza consumata da gente che si accontentava di pochi alimenti vegetali, ma ricchi di benefici e che potessero essere consumati per più giorni.

La preparazione è molto facile ed è costituita da un mix di verdure fresche e di stagione, associate al pane raffermo che non va mai buttato e reso morbido dal brodo caldo. Tra i numerosi ingredienti emergono il cavolo nero e i fagioli, entrambi fondamentali per un’alimentazione equilibrata: il primo ha proprietà antinfiammatorie ed è ottimo per migliorare la digestione ed è uno scudo contro l’influenza e non solo; i secondi sono legumi ricchi di proteine, quindi una buona alternativa alla carne, ricchi di vitamina B e Sali minerali.

Non ci resta che goderci questa zuppa invitante, per riscaldare questo Marzo un po’ lunatico!


Prep 30 mins | Cook 90 mins | Total 120 mins | Portion 2


Ingredienti

  • 200 g di Fagioli cannellini (tenuti in ammollo tutta la notte)
  • 130 g di Cavolo Nero
  • 100 g di Pomodorini maturi
  • 3 Carote
  • 1 gambo di Sedano
  • 1 Porro
  • 1 spicchio di Aglio
  • 3-4 fette di Pane raffermo
  • 15 g di Rosmarino
  • Olio evo q.b.
  • Sale q.b.

Procedimento

  1. Scola i fagioli dall’acqua di ammollo e trasferiscili in una pentola. Aggiungi dell’acqua, quanto basta per ricoprire completamente i fagioli, sale a piacere, rosmarino e cuoci a fuoco medio-basso, con coperchio, per circa 45 minuti o fino a quando si saranno ammorbiditi.
  2. Con l’aiuto di una schiumarola, prendi una parte dei fagioli (circa ¼) e mettili da parte, frulla i restanti fagioli con l’acqua di cottura, in modo tale da ottenere un brodo che utilizzerai per cuocere le altre verdure.
  3. Taglia a rondelle il porro, a metà i pomodorini e trita l’aglio mondato e il sedano, trita in piccoli pezzi 2 carote pelate e taglia a rondella la terza, taglia grossolanamente il cavolo nero, privandolo della parte più dura.
  4. In una pentola, riscalda un filo d’olio e soffriggi il porro, l’aglio, il sedano e le carote tritate, per 3 minuti circa.
  5. Aggiungi i pomodorini, le carote tagliate a rondelle, il cavolo e sale a piacere, poi mescola e cuoci per un altro minuto.
  6. A questo punto, versa il brodo di fagioli e cuoci per 30 minuti o fino a quando tutti gli ingredienti avranno raggiunto la consistenza desiderata. (Attenzione: se il liquido ti sembra insufficiente, aggiungi dei mestoli di acqua).
  7. Dieci minuti prima della fine della cottura, incorpora i fagioli interi messi da parte, poi aggiusta di sale, dividi le fette di pane in più pezzi, adagia alcuni pezzi di pane sul fondo di una ciotola e ricoprili con alcuni mestoli di zuppa, ripeti il procedimento fino ad esaurire gli ingredienti, creando degli strati di zuppa e pane.
  8. Lascia la zuppa da parte per almeno 2 ore, in modo tale che il pane assorba tutti i liquidi e si ammorbidisca, passato il tempo necessario, riponi nuovamente la zuppa nella pentola, portala a bollore e cuoci per altri 10 min.
  9. Impiatta e servi con un filo d’olio.

Consigli

  • Tradizionalmente, la ricetta viene riscaldata nel forno a legna: se ne hai uno, ti consiglio di provare!
  • Aggiungi le spezie e gli ingredienti che preferisci, per esempio, potresti aggiungere delle patate.
  • Puoi sostituire i pomodorini con qualche cucchiaio di salsa di pomodoro.

Se preparate questa ricetta, ricordatevi di utilizzare  l’ Hashtag #natureatfood su Instagram o su facebook.

Per non perdere le notizie importanti iscrivetevi alla NATUREAT NEWSLETTER che trovate in fondo alla pagina!