Vacanze in Puglia- Luoghi meravigliosi da Visitare e Dove Mangiare Vegan

Oggi Kerstin, mamma e vegan blogger, fondatrice di Mama Rainbow, ci porta virtualmente in Puglia, consigliandoci  luoghi magici e meravigliosi da visitare, immersi nella natura, storia e buon cibo.

Buona lettura..

Sei anni fa ci siamo (felicemente) trasferiti in Puglia. Ancora oggi, per noi, vivere qui è come una perenne villeggiatura: c’è ancora tanto da scoprire e la perenne aria vacanziera che soffia il vento che viene dal mare aiuta, assieme alle luminarie che in ogni borgo e paese spuntano per festeggiare il proprio santo durante tutto l’arco dell’anno. Il clima gentile anche durante l’inverno, i paesaggi con orizzonti di ampio respiro, il mare di un azzurro accecante, i pini piegati da lu ientu, la Puglia è una regione che racchiude tutta una serie di piccole perle, ed una di queste è il Salento. Noi ci stiamo così bene, che un anno fa abbiamo deciso di comprare casa in campagna, tra ulivi secolari e alberi da frutto. Queste zone sono perfette per chi vuole viaggiare con la propria famiglia, anche con bambini piccoli e soprattutto anche Vegan, così abbiamo deciso di raccontarvi le nostre scoperte!

Taranto

Una città che non ti aspetti è Taranto, nota ai più per i tristi fatti di cronaca ambientale, è in realtà una città bellissima, che si staglia su un golfo meraviglioso e che ha una cosa unica : il Mar Piccolo. Il Mar Piccolo è un vero e proprio mare interno composto da due seni che si aprono dal ponte girevole e il castello Aragonese e che finisce in una zona disabitata. E’ un ambiente unico nella sua specie, nota già agli antichi che decisero di mettere radici li proprio per questo. Nel mar piccolo vi sono anche delle sorgenti come quella del Tara, del Galeso, del Riso e del Battemdieri, che apportano acqua dolce non potabile mista ad acqua salmastra. Nel secondo seno del Mar Piccolo vi è l’Oasi del Wwf Palude la Vela, un luogo meraviglioso dove poter osservare diverse tipologie di uccelli, come il Cavaliere d’Italia, fenicotteri, aironi cenerini e tanti altri. In un punto strategico protetto dai pini potrete fare delle bellissime visite insieme agli operatori dell’Oasi.

Un altro luogo interessantissimo da visitare è il prezioso Museo Marta, che racchiude una collezione notevole in cui spiccano gli ori dell’antica Grecia. Recentemente ristrutturato, il Museo si trova nel cuore della città, vicino al ponte girevole, dal quale potrete raggiungere a piedi la città vecchia, che si sviluppa su di un’isola; e nella quale si trovano due preziose colonne doriche un tempo facenti parte del tempio di Poseidone. Da li si può proseguire lungo tutta la città vecchia, dal sapore un po’ decadente ma molto molto affascinante e verace. Per godere invece di un bel bagno, a pochi km da Taranto, sulla litoranea salentina, c’è la spiaggia di Saturo, dove oltre ad un bel parco archeologico con reperti dal neolitico, al greco e al periodo romanico c’è una meravigliosa baia turchina con sabbia perfetta anche per i bambini. Inoltre, dal Golfo di Taranto partono le escursioni con la Jonian Dolphins Conservation, che si occupa dello studio e della salvaguardia dei delfini: con le loro barche potrete andare a vedere da vicino questi meravigliosi mammiferi ed è una emozione unica; il vero modo per poter insegnare ai nostri figli in merito agli animali è infatti facendogli conoscere nel loro habitat naturale e non in tristi delfinari, zoo e circhi, dove gli animali vengono tenuti imprigionati e privati della loro libertà, se non addirittura costretti ad assumere comportamenti innaturali.

E dove mangiare Vegan a Taranto? In particolare segnaliamo il ristorante Vegan Zenzero , e il ristorante Friscenne e Mangianne che pur non essendo un ristorante Vegan offre sempre molti piatti della tradizione locale a base 100% vegetale.

Si perché ricordiamo che in Puglia, ovunque vai, alla fine trovi sempre qualcosa da mangiare che sia Vegan! La tradizione culinaria pugliese è una tradizione contadina fatta di ingredienti semplici e vegetali, spesso anche selvatici. Alcuni piatti che vanno assolutamente mangiati in Puglia sono: ciceri e tria, ovvero una pasta salentina con ceci; pure di fave con cicoria lessa: una assoluta delizia; orecchiette fresche fatte a mano con sugo al pomodoro o cime di rape (nel caso delle rape verificate che il sugo sia stato preparato senza acciughe); la cialledda, una specie di panzanella fatta di pane raffermo, cetrioli ( e scoprirete che in Puglia ci sono diversi tipi di cetrioli, ognuno con caratteristiche molto diverse, tutti deliziosi); poi ci sono i piatti con erbe selvatiche come la paparina infucata, ovvero la piantina giovane del papavero (si trova a febbraio – marzo) saltata in padella con olive, pomodorini e peperoncino; i lampascioni, che sono una cipolla selvatica; e diversi altri piatti. In generale poi è molto facile trovare cornetti e cappuccino vegan in diversi bar sparsi per tutto il territorio. Inoltre sempre ed ovunque potrete trovare focacce alla barese (focaccia con pomodirini) e pucce, un pane speciale che viene farcito come volete voi, di solito con grande offerta di verdura di stagione tra la quale scegliere. Infine, ricordate che la Puglia offre ovunque mercati e fruttivendoli ricchi di frutta e verdura locale, una varietà di colori e sapori unica, portatevi le vostre borsine della spesa ed andate a prendere tutto quello che vi ispira il cuore e… la gola!

DUNE

DUNE

Litoranea Salentina

Tornando ai luoghi da visitare, scendendo lungo la litoranea salentina da Taranto, si arriva a Campomarino, e qui ci sono le Dune, un luogo meraviglioso ove andare a godere del mare cristallino e della stupenda macchia mediterranea. E’ uno dei luoghi che noi amiamo di più, soprattutto a fine inverno- inizio primavera, perché si formano delle piscinette naturali di acqua marina dove i bambini possono fare il bagno quando la stagione non è ancora sufficientemente calda  per fare il bagno ma il sole riscalda già l’ambiente e si può stare in costume. Pochi km ancora e si arriva alla Salina dei Monaci, una riserva naturale dove si possono osservare gruppi di fenicotteri rosa e altri uccelli migratori. Ancora qualche chilometro e si arriva alla magica Punta Prosciutto, che, a parte il nome decisamente non Vegan, è davvero meravigliosa. Spiaggia bianca e mare caraibico in questo piccolo golfo meraviglioso. Qui per esempio, se volete rilassarvi in comodità con bambini (o senza) c’è il Lido Togo Bay, dove si possono trovare piatti gustosi come insalate di quinoa e diverse preparazione veg , il tutto servito con piatti e posate usa e getta econfriendy!

PORTO-SELVAGGIO

PUNTA-SUINA

Lecce e dintorni

Proseguendo sulla litoranea si arriva nel parco naturale di Porto Selvaggio, e qui, come promette il nome, potrete passare del tempo in un luogo assolutamente fantastico: dopo una bellissima passeggiata di dieci minuti circa in mezzo ad una pineta, si arriva ad una baia con una spiaggia meravigliosa fatta di ciottoli, circondata da rocce. L’acqua qui racchiude tutte le sfumature del blu, dell’azzurro e del verde dei pini: un sogno! L’area intorno alla spiaggia è attrezzata per i picnic con bellissimi tavoli di legno, per cui potrete portarvi il cibo che preferite  e consumarlo li.

Da Porto Selvaggio si arriva a Gallipoli, a sud della quale si trova la bellissima riserva naturale di Punta della suina: un luogo così bianco, azzurro e verde da risultare accecante, sabbia fine, acqua cristallina e una fresca pineta in cui rifugiarsi nelle ore più calde.

Andando nell’entroterra invece si arriva a Cutrofiano, dove troverete Piccapane, un eco b&b e biosteria dove ho lavorato come chef per più di un anno: qui potrete riposare in un oasi di pace e natura e gustare dell’ottimo cibo vegan a km0, tutto – o quasi- arriva infatti direttamente dall’orto e dalle coltivazioni dell’azienda biologica. Risalendo verso nord si arriva poi a Lecce, dove il meraviglioso centro storico vi affascinerà con il suo barocco e il teatro romano. In centro potrete gustare una piadina con proposte vegan a scelta da Piadina Salentina, oppure potrete andare da Zenzero, ormai da qualche anno un punto di ritrovo veg.

POLIGNANO

ORIA-CASTELLO

ORIA-CASTELLO

ULIVI-ORIA

ULIVI-ORIA

Oria, Polignano e Castellana

Merita una visita la bella cittadina medievale di Oria, con il suo castello che si staglia sulla collina, il parco Montalbano e il suo borgo antico da visitare con una bella passeggiata, questo paese vi trasmetterà un senso di storia e di antico. Se vi capita di essere ad Oria per colazione, vi segnaliamo un bar con ottimi cornetti vegan e possibilità di cappuccino veg, La Dolce Vita, insieme alla pasticceria Il Piacere.

Altri luoghi bellissimi da visitare sono le Grotte di Castellana (in provincia di Bari), una meraviglia della natura che vi lascerà senza fiato. Una fantastica passeggiata nel ventre di madre terra attraverso stalattiti e stalagmiti che si stagliano intorno a voi. Sempre in provincia di Bari c’è la famosa Polignano a mare, davvero notevole, per passare una giornata o più nella movida vacanziera.

Cisternino

Cisternino

Ceglie

Valle d’Itria

Una valle particolare è la valle d’Itria, diversi i luoghi da visitare e molto belli i suoi paesaggi di ulivi ,colline e bianchi trulli. Un luogo a noi molto caro è Cisternino: i suoi viottoli stretti e bianchi, la vista che si gode dalla piazza, i fiori colorati nei vasi, un luogo davvero suggestivo e affascinante. Sempre cosmopolita e ricca di vita, Cisternino ospita anche un Ashram da diversi anni, per chi fosse alla ricerca di un luogo dove ritrovare spirito e corpo è il posto che fa per voi. A Cisternino c’è il mio ristorante Vegan preferito di tutta la Puglia: Micro . Il nome lo capirete vedendolo: è un posto davvero piccolo con 4-5 tavolini a disposizione, nascosto nell’angolo di una graziosa via. Il cibo spazia dal locale all’etnico, l’uso degli ingredienti è sapiente, gustoso e bilanciato. Nulla è noioso e tutto è super buono, merita davvero una tappa. Un altro paese che ci piace sempre molto per fare una passeggiata soprattutto di sera è Ceglie Messapica, nella cui piazza c’è un ristorante dove potete trovare una signora che prepara le orecchiette a mano tutte le sere.

MATERA

Infine, non è proprio in Puglia (si trova in Basilicata) ma è un’amata vicina di casa, c’è Matera, quest’anno anche capitale europea della cultura. Luogo incantevole, unico e magico, Matera merita di certo una gita per godere della vista di questo presepe vivente abbarbicato in una gravina. Qui ci sono diversi luoghi dove potrete mangiare Vegan, ma il nostro preferito è Fior di Cocuzza: atmosfera accogliente e carina, cibo delizioso.

La Puglia merita davvero di essere visitata, l’estate è il periodo più famoso ma se potete noi vi suggeriamo la primavera e l’autunno, del resto noi qui facciamo il bagno da aprile ai primi di novembre. Inoltre in questi periodi tutto è più verde e ricco di fiori e le spiagge non sono intasate di turisti. In ogni caso, qualsiasi sia il periodo prescelto, rimarrete affascinati dalle sagre di paese, dai canti popolari e dalle danze di pizzica, dall’azzurro del mare, dagli ulivi argentati che si stagliano maestosi tutto intorno a voi, dal cibo ricco di ortaggi e frutta locali, dai borghi antichi di tufo color del sole o bianco calce e dalla gentilezza delle persone. Di luoghi ce ne sono tantissimi, noi ne abbiamo nominati solo alcuni: questa regione è perfetta per una vacanza on the road per poterla girare liberamente e scoprire mille luoghi nascosti.

E allora venite a godere de lu sule, lu mare e lu ientu! Buona Vacanza!

FICHI D’INDIA IN PUGLIA

FIORI IN SPIAGGIA

Per seguire Kerstin ↓

Blog:  www.mama-rainbow.com

Instagram: Mama_Rainbow