Hummus di Barbabietola

Hummus di Barbabietola

Svegliarsi con un raggio di Sole sulle palpebre, un sospiro di vento sulle guance, voglia di gelato ed “Emozioni” di Battisti nelle orecchie.                                                                                                         

La felicità è rossa come un bicchiere di vino, come i gerani che pendono dai balconi delle nonne, come la copertina della mia Moleskine e l’anguria in Estate. Pupille dilatate, fossette sulle guance, zampe di gallina ai lati degli occhi: i sintomi di un naturale stato di serenità.

Ma di che colore è la malinconia? Il termine è l’unione di due parole greche: mélas, da mélanos (nero), e cholé (bile), quindi il suo significato è “bile nera. Capita spesso nella vita di inciampare in emozioni oscure, ma l’alimentazione può essere utile anche in questo caso. Oggi, prendiamo dalla dispensa un ingrediente che ha il colore della felicità e, allo stesso tempo, è capace di contrastare gli effetti della buia malinconia: la barbabietola.

Infatti, oltre all’alto contenuto di minerali e vitamine, alle proprietà purificanti ed energetiche, questa radice vegetale contiene la betaina: una sostanza in grado di influire sul cervello, migliorare l’umore e combattere una stato di depressione moderata.

La barbabietola rossa può essere consumata in vari modi, ma vi consiglio di frullarla con limone, olio Evo, aglio, ceci, sale e tahina, per ottenere un hummus cremoso, gustoso e utile alla salute fisica e mentale!

“Capire tu non puoi, tu chiamale se vuoi: Emozioni.”

Ricetta

Ingredienti per 5-6 persone:  

  • 400 g di Barbabietole
  • 300 g di Ceci cotti
  • 1 Spicchio d’aglio
  • Succo di un limone
  • Olio extra vergine di oliva q.b
  • 2 Cucchiai di salsa tahin
  • Qualche foglia di menta
  • Qualche foglia di prezzemolo tritato
  • Sale q.b
  • Una spolverata di pepe e curcuma

Procedimento:

  1. Nel robot da cucina versate gli ingredienti, quindi: barbabietola, ceci, aglio, succo del limone, olio, salsa thain, menta,  e sale.
  2. Frullate fino ad ottenere una crema omogenea, nel caso fosse troppo densa aggiungete altro olio.
  3. Servite con una spolverata di curcuma, pepe e prezzemolo tritato

Consigli

  • I tipi di pane della tradizione a cui l’hummus si accompagnava originariamente in Medio Oriente sono il pane azzino e la pita, ma anche dei crostini o del pane tostato andranno benissimo.
  • Questo hummus è perfetto da affiancare a dei falafel (trovate la mia ricetta qui), donerà al vostro piatto un tocco estivo e tanta freschezza.

Instagram

Blog Inglese

WebSite

Continue Reading

LASAGNE VEGAN

LASAGNE VEGAN

È più difficile innamorarsi o essere amati? Oggi ho solo voglia di divertirmi, di lasciare in un cassetto le preoccupazioni e indossare il mio vestito più bello, con i capelli intrecciati e un sorriso spontaneo.

In casa c’è un’aria familiare e dolce, una sensazione che non possiamo concederci spesso, a causa degli impegni lavorativi. Ci regaliamo una cena con amici nel mio piccolo e accogliente soggiorno: un vinile degli Smiths sul piatto del giradischi, candele e vino rosso.

Ho compiuto gli anni qualche giorno fa, ma ho passato la giornata a Dalston, per un pop-up vegan (venite a trovarci se siete a Londra! Siamo all’Other Cafe Gallery, ogni Venerdì e Sabato dalle 6-11pm con tantissimo cibo squisito).
Con il passare degli anni si perde l’emozione di spegnere le candeline e si lascia scorrere il tempo, che è “un fanciullo che gioca con i dadi”, direbbe Eraclito.
Infatti, più che un festeggiamento, questa cena è una scusa per rivedere dei cari amici.

Londra è una città così grande, che spesso è difficile mantenere relazioni stabili e costanti.
Volevo preparare qualcosa di speciale e, allora, ho deciso di fare delle lasagne con piselli, ragù e besciamella. È una ricetta molto semplice, un po’ meno veloce delle altre e, infatti, la riservo sempre per le occasioni importanti. Soprattutto perché preferisco fare le lasagne in casa, aiutandomi con la mia macchina per fare la pasta, che è un regalo che mia madre mi fece prima che mi trasferissi in Inghilterra.

Ricordi d’infanzia..

Quando la uso, faccio sempre un tuffo nel passato. Ritorno ai miei 10 anni, seduta nella cucina di mia nonna: un tavolo di legno al centro della stanza, quattro sedie e la poltrona blu del nonno. La tovaglia di cotone, con i galli ricamati a mano e la parete ricoperta di ricordi.

Non importa quanti eravamo, c’era sempre posto per tutti in quelle quattro mura, che profumavano di serpillo, perché portavamo quell’odore nelle scarpe direttamente dalla nostra Murgia. Mia nonna Filomena mi insegnò a fare la pasta in casa, quando ero ancora una bambina e le mie mani erano troppo deboli per riuscire a lavorare l’impasto o, come si dice nel gergo del Sud, a trombarlo. Usavamo un tagliere grande quanto la superficie del tavolo, lo ricoprivamo di farina e stendevamo la pasta con un mattarello o una bottiglia di vetro, di quelle che utilizzavano per conservare la salsa. Usavamo il coltello con la punta arrotondata per fare le orecchiette e la punta delle dita per fare i capunti.

Forse, violo un po’ la tradizione usando una macchina per la pasta ma, senza nonna e con il poco tempo che abbiamo al giorno d’oggi, questo strumento è miracoloso! Purtroppo, ho usato la mia per così tanti anni che questa volta non ha funzionato perfettamente e sarebbe arrivato il momento di cambiarla. Il profumo della besciamella che si scioglie nel sugo e della superficie della lasagna che s’incrosta, mette già l’acquolina in bocca, ma il pensiero che la mia macchina per la pasta sia arrivata alla sua fine non mi dà pace.

Un pò di shopping..

Allora, prima che la lasagna sia pronta e arrivino gli ospiti, mi metto al computer alla ricerca di una valida sostituta. Tra le varie ricerche, mi sono imbattuta in Lionshome, un negozio online che offre una vasta scelta di articoli per la casa, di ottima qualità e a buon prezzo. Mi era stato consigliato tempo fa e oggi l’ho visitato per la prima volta. Vorrei acquistare qualunque cosa, soprattutto nella categoria dei prodotti da cucina! (Qui il link del sito, vi consiglio assolutamente di darci un’occhiata: http://www.lionshome.it).

Devo placare in fretta la mia voglia di comprare tutto e, per oggi, mi accontento di scegliere una delle numerose macchina per la pasta, scontata anche al 28%: una Gefu Pasta Perfetta de Luxe 2830.
Per esperienza personale posso dirvi che uno strumento simile potrebbe cambiarvi la vita ed è il miglior regalo di compleanno che potessi fare a me stessa (qui il link per la macchina della pasta). Aggiungo al carrello, procedo con l’acquisto e già non vedo l’ora che sia nella mia cucina!

Intanto, la cena è pronta ed io sono emozionata. Adesso, posso rispondere che non importa cosa sia più difficile: innamoratevi, lasciatevi amare e sarà sempre il giorno del vostro compleanno.

Ingredienti per 4 persone

300 g di Farina di grano duro
140 ml circa di acqua tiepida
200 g di Soia disidratata
200 g di Piselli bio surgelati
150 g di Carote
150 g di Cipolla dorata
100 g di Sedano
500 g di Salsa di pomodoro
Olio evo q.b
Sale q.b
Pepe nero q.b
Rosmarino q.b
Basilico q.b
Timo q.b
1 litro di Latte di soia senza zucchero
100 grammi di Burro di soia
100 gr Farina 0
Sale q.b
Pepe q.b
Noce moscata q.b

Procedimento
Per la pasta:

  • Per preparare la pasta, riponete su un piano la farina a fontana.
  • Versate acqua, sale e con le mani amalgamate il composto.
  • Continuate a lavorarlo fino a quando non diventa liscio e omogeneo.
  • Formate una palla e lasciatela riposare per circa 15 minuti
  • Cospargere con un pò di farina la macchina per la pasta.
  • Dividete l’ impasto in più pezzi e posizionare i rulli della macchina sullo
  • spessore più largo, quindi passare la pasta.
  • Ripetere l’operazione più volte, infarinate spesso la pasta
  • Ridurre di una tacca lo spazio fra i rulli e passate la pasta, ripretete questo procedimento fino a quando avrà  raggiunto lo spessore desiderato (io preferisco sia abbastanza sottile)

Per il Ragù

  • Tagliare le verdure a cubetti minuscoli e metterle in un’ampia padella, a fuoco lento, con dell’olio evo per circa 5 min.
  • Aggiungere la soia disidratata e fare rosolare anch’essa. Sfumare con del vino rosso, se a disposizione.
  • Aggiungere un bicchiere di acqua e chiudere con un coperchio. Quando l’acqua sarà evaporata (circa 5 min), aggiungere la salsa di pomodoro, un altro bicchiere di acqua e le spezie fresche, intere, legate con uno spago.
  • Rimettere il coperchio. Per un’ottima resa munirsi di pazienza e far cuocere per un paio di ore, aggiungendo un bicchiere di acqua ogni 30 min. (se non si dispone di pazienza spegnere il fuoco dopo 40 min)
  • Togliere le spezie.
  • In una padella riscaldiamo un filo d’ olio e facciamo cuocere i piselli per circa 5 min.  con un pò di pepe e sale

Per la Besciamella

  • Mettere la fiamma al minimo e in un pentolino aggiungere la farina e il burro, mescolare con una frusta e poi aggiungete il latte di soia poco alla volta
  • Aggiungere il sale, il pepe e la noce moscata e portate a bollore.
  • Mescolare finché non otterrete la consistenza che desiderate (per le lasagne, è preferibile che lasciate la besciamella un po’ più liquida)

Prepariamo le Lasagne:

  •  È il momento di comporre le nostre lasagne! Prendere una pirofila rettangolare e  spalmare un po’ di besciamella  e ragù sul fondo
  • Posizionate le lasagne e distribuitevi sopra uno strato di ragù, uno strato di piselli  e uno di besciamella, ripetete l’ operazione fino a formare tre strati di lasagna
  • Terminate mettendo ragù , besciamella e piselli su l’ultimo strato, infornate la pirofila  in forno preriscaldato a  200° per circa 30 minuti.
  • Le lasagne sono prontissime per essere gustate ♥

Instagram

Blog Inglese

WebSite

 

 

Continue Reading

Pizza con farina di farro senza lievito

Pizza con farina di farro senza lievito

Calore, profumo di grano e fuoco, crosta croccante e mollica soffice: è comune trovare a tavola cibi con queste caratteristiche, ovvero, prodotti da forno lievitati.

Nessuno vorrebbe rinunciare al sapore di una pagnotta calda, acquistata dal forno a legna sotto casa, ma è giusto essere consapevoli del fatto che il lievito è dannoso per il nostro organismo. Gonfiore addominale, difficoltà di digestione, debolezza: sono sintomi che possono essere provocati da questi alimenti. Infatti, il lievito indebolisce la flora batterica intestinale, impedendo il giusto assorbimento delle sostanza nutritive presenti nel cibo e aumentando il rischio di infezioni (come la candida).

Lo stesso discorso vale per le farine raffinate, ottenute con macinazione industriale. In questo modo, si ottiene un prodotto a lunga conservazione e ricco di zuccheri, che comporta l’eliminazione delle parti nutritive del chicco di grano (germe e crusca).

Sarebbe giusto evitare questi prodotti, se non addirittura eliminarli dalla propria alimentazione. Soprattutto al giorno d’oggi, è facile trovare farine alternative e ricette senza lievito. Per la cena di stasera, per esempio, potreste provare una pizza di farro, senza lievito e con verdure.

Prendiamoci cura di noi stessi!

Ricetta

Ingrdienti per 4 persone:

  • 500 g farina di Farro
  • 300 ml di acqua tiepida
  • 3 Cucchiaio d’olio extra vergine d’oliva
  • 2 Cucchiai di bicarbonato;
  •  Sale q.b
  • 2 Zucchine tagliate a rondelle
  • 2 Carote tagliate grossolanamente
  • 200 g di Fughi tagliati in 4 pezzi
  • 1 Cipolla tagliata in 4 pezzi
  • 2 Spicchi d’ aglio tritati
  • Rosmarino fresco q.b

Procedimento:

  1. Su una teglia con carta forno posizionate le verdure a pezzetti, distribuite  l’ aglio, la cipolla, il rosmarino fresco, pepe, un cucchiaio di olio e 2 pizzichi di sale e mescolate
  2. Infornate per circa 25 min a 180°
  3. Versate in una ciotola l’acqua tiepida, il bicarbonato e 2 pizzichi di sale e mescolate
  4. Aggiungete la farina e incominciate a impastare. Rovesciate l’impasto su una superficie leggermente infarinata, aggiungete un cucchiaio di olio e impastate per almeno 10 minuti.
  5. Create una palla con l’ impasto e mettetelo a riposare in un recipiente capiente in un luogo  asciutto per 20 minuti
  6. Dividetelo in più palline e con l’ aiuto di un matterello stendete l’ impasto
  7. Riponete la base della pizza sulla teglia  leggermente oleate
  8. Infornate per 15  minuti circa  in forno a 180°
  9. Farcite la pizza con le verdure cotte precedentemente

Consigli

-Se volete un gusto più simile alla pizza potete utilizzare  al posto delle verdure, il pomodoro e formaggio vegan

-Questa base è ottima da utilizzare per antipasto, ed è squisita farcita con insalata fresca e mista.

 

Instagram

Blog Inglese

WebSite

 

Continue Reading